Mad Lads distrae i robot con $ 250k Fake Mint

Mad Lads distrae i robot con $ 250k Fake Mint

La nuova raccolta di NFT sul blocco (catena), The Mad Lads, ha recentemente ingannato i bot durante il suo progetto di conio attirandoli a spendere oltre $ 250.000 in $ SOL in NFT contraffatti. Impiegando questa tattica ingegnosa, il team di Mad Lads ha assicurato che i partecipanti autentici potessero accedere alla scarsa offerta di NFT, mentre gli opportunisti alla ricerca di un rapido profitto sono rimasti a mani vuote.

Armani Ferrante, CEO di Coral, la società dietro il progetto, ha condiviso come Mad Lads ha scelto di affrontare gli attacchi dei bot per proteggere il suo lancio di NFT. La situazione si è aggravata durante il conio pubblico di venerdì 21 aprile, quando miliardi di richieste di bot tramite il portafoglio di criptovalute Backpack hanno travolto la piattaforma, provocando un rinvio del conio di 24 ore. Per inciso, Ferrante è stato contattato anche da un individuo non identificato che ha minacciato di lanciare un attacco DDoS alla zecca, a meno che non venisse pagato.

Durante una sessione di Twitter Spaces, Ferrante ha rivelato una sequenza di interruzioni di Internet che hanno ostacolato la capacità del pubblico di accedere al proprio NFT mint. L’interruzione è durata un’ora per poi intensificarsi fino a un giorno, causando notevoli disagi. Ha attribuito il problema alla forte domanda che ha causato il fallimento di due nodi RPC, insieme all’interfaccia utente su Cloudflare, che è responsabile della prevenzione degli attacchi DDoS.

HONEYPOT BITCHhttps://t.co/6Q91RAQigh

— Mad Lads (@MadLadsNFT) 21 aprile 2023

L’aggiornamento Honeypot ha gettato una chiave inglese nelle opere

Essendo una startup con finanziamenti limitati e un progetto promettente in gioco, Ferrante e il suo team hanno riconosciuto la minaccia rappresentata da bot o programmi automatizzati che tentano di acquistare grandi quantità di risorse per la rivendita. Per contrastare questo, hanno ideato una strategia per contrastare l’attacco imminente.

Il momento decisivo è arrivato quando gli aggressori hanno ripreso i loro tentativi DDoS. Durante il quale, Coral ha implementato un duplice aggiornamento all’app di conio: un aggiornamento legittimo e un aggiornamento “honeypot” nascosto, accessibile solo tramite il reverse engineering del codice. L’aggiornamento dell’honeypot è stato progettato per indurre i bot a spendere i loro $SOL in NFT contraffatti, rimuovendoli efficacemente dal legittimo processo di conio.

Quando la polvere si è calmata, l’honeypot aveva assorbito oltre $ 250.000 in SOL. Sebbene alcuni utenti autentici possano essere stati inavvertitamente coinvolti nel fuoco incrociato, Ferrante riteneva che la maggior parte delle parti interessate avesse tentato di manipolare la zecca. Come gesto di buona volontà, il progetto ha quindi elaborato rimborsi completi per coloro che sono stati ingannati dall’honeypot.

Resta da vedere se strategie simili verranno impiegate nei futuri cali di NFT mentre continua la battaglia in corso tra sviluppatori di progetti e aggressori di bot. Tuttavia, l’approccio non ortodosso di Mad Lads ha assicurato il successo del progetto e ha generato un notevole interesse all’interno della comunità NFT, lasciando un’impressione duratura nello spazio in continua evoluzione.

Voglio di più? Connettiti con NFT Plaza

Iscriviti alla newsletter settimanale
Unisciti alla nostra discordia
Seguici su Twitter
Come noi su Facebook
Seguici su Instagram

*Tutte le opinioni di investimento/finanziarie espresse da NFT Plazas provengono dalla ricerca personale e dall’esperienza dei moderatori del nostro sito e sono intese solo come materiale educativo. Gli individui sono tenuti a ricercare completamente qualsiasi prodotto prima di effettuare qualsiasi tipo di investimento.

Ambasciatore NFT e Web3. Rialzista su tutto ciò che riguarda Blockchain.

Ti piace? Condividi con i tuoi Amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Reddit
Pinterest
Leggi anche..