Instagram sta disabilitando le sue funzionalità NFT

Instagram sta disabilitando le sue funzionalità NFT


Qualche istante fa, Instagram ha annunciato che avrebbe terminato il suo lavoro sugli oggetti da collezione digitali (NFT). In un thread su Twitter, Stephane Kasriel, Commerce and FinTech Lead presso Meta, ha annunciato che le funzionalità che supportano gli NFT sarebbero state disabilitate su tutta la piattaforma.

“Stiamo esaminando da vicino ciò a cui diamo la priorità per aumentare la nostra attenzione. Per ora stiamo riducendo gli oggetti da collezione digitali (NFT) per concentrarci su altri modi per supportare creatori, persone e aziende “, ha scritto. Kasriel non ha offerto alcun ragionamento o giustificazione per la decisione, ma ha affermato che la creazione di opportunità finanziarie per i creatori “rimane una priorità assoluta”.

La società non ha rilasciato alcuna informazione su quando le funzionalità sarebbero state disabilitate e i rappresentanti di Meta non hanno risposto immediatamente alla richiesta di commento di nft now. Alla fine, la notizia è stata uno shock per molti creatori sulla piattaforma, soprattutto perché la società ha implementato le funzionalità solo negli ultimi mesi.

Cronologia NFT di Instagram

Instagram ha iniziato a testare le sue funzionalità NFT con creatori selezionati nel maggio del 2022. Tuttavia, la maggior parte degli utenti ha avuto il primo vero assaggio delle integrazioni NFT della piattaforma solo nell’agosto dello stesso anno, quando la società ha abilitato le funzionalità per gli utenti in 100 paesi in tutto il mondo. il mondo.

Tuttavia, all’epoca, le funzionalità consentivano solo agli utenti di visualizzare gli NFT che avevano creato o raccolto. Le funzionalità NFT di base delle piattaforme dovevano ancora essere aggiunte, vale a dire la possibilità per gli utenti di coniare, acquistare e vendere NFT tra loro.

Non è stato fino a novembre del 2022 che le cose sono cambiate. Poco prima del nuovo anno, Instagram ha permesso a una manciata di creatori di iniziare a vendere NFT sulla piattaforma. Gli artisti selezionati erano fiduciosi, credendo che la mossa avrebbe portato a una nuova e più equa economia dei creatori.

“La comunità NFT farebbe bene a capire quanto siamo intrecciati con i social media, […] Penso che con i nostri poteri combinati, possiamo creare un sistema più sostenibile per i creativi che lavorano in comunità online interconnesse “, ha detto a nft now Dave Krugman, uno dei creatori selezionati per testare le funzionalità del mercato NFT di Instagram.

È stato solo quattro mesi fa.

Una panoramica dell’aspetto delle integrazioni NFT di Instagram. Credito: Meta

La comunità Web3 risponde

Quando la notizia è arrivata oggi, Krugman è stato uno dei primi creatori a rispondere. “Una mossa così miope. [The] l’inclusione di oggetti da collezione digitali ha così tanto potenziale per aiutare i creatori a coinvolgere le loro comunità e controbilanciare le insidie ​​delle economie pubblicitarie basate sull’attenzione. Ragazzi, avete smesso prima ancora di iniziare. Un vero peccato e annullare un sacco di lavoro davvero intelligente da parte di persone fantastiche lì “, ha scritto.

Nel frattempo, Connie Ansaldi, CEO e fondatrice di Carnaval Art, un servizio di fidelizzazione basato su blockchain per le aziende, ha affermato che l’azienda mancava di lungimiranza e si lasciava guidare dalla paura. “Non stai pensando a lungo termine. E se avessi detto addio a Internet quando la bolla è esplosa negli anni 2000? Non ci sarebbe Google. O Meta qualunque”, ha detto.

Altri artisti famosi, come il creatore di Nyan Cat Chris Torres, hanno preso in giro la compagnia per il suo piano mal concepito e mal concepito.

Ma nonostante la sorpresa e la rabbia dei creatori, mosse improvvise come questa non sono del tutto senza precedenti a Meta, specialmente negli ultimi mesi. Reality Labs, la divisione di Meta che si occupa di prodotti AR e VR, ha perso più di 13 miliardi di dollari solo nel 2022 e negli ultimi mesi la società ha ridotto i costi. Nel novembre del 2022, lo stesso mese in cui ha lanciato le sue funzionalità NFT principali, Meta ha licenziato circa 11.000 dipendenti. L’evento è stato il più grande taglio nella storia dell’azienda.

Instagram e Meta devono ancora offrire una ripartizione dettagliata della loro decisione di interrompere le loro funzionalità NFT e non è chiaro se le loro perdite finanziarie facessero o meno parte della considerazione. Detto questo, sembra che i piani di Meta di conquistare il metaverso potrebbero non essere partiti in modo eccezionale.

Questa è una storia di rottura ed è stata aggiornata.

Ti piace? Condividi con i tuoi Amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Reddit
Pinterest
Leggi anche..
In the meantime, ember sword nft holders will have to wait for the official release to see if it lives up to its promise.