Gli strateghi di JPMorgan suggeriscono una nuova classificazione per Ethereum

Gli strateghi di JPMorgan suggeriscono una nuova classificazione per Ethereum

Mentre il panorama della valuta digitale continua ad evolversi, è diventato evidente che la Securities and Exchange Commission (SEC) e altri organi di governo degli Stati Uniti sono desiderosi di ridefinire il modo in cui il governo regola le criptovalute. Tuttavia, dalla SEC che ha citato in giudizio Binance e Coinbase al GOP che chiede la ristrutturazione della SEC, un chiaro percorso in avanti sembra ancora molto lontano.

Ora, come se solo per aggiungere la convoluzione che ha preso d’assalto l’industria blockchain, un team di strateghi di JPMorgan guidato da Nikolaos Panigirtzoglou ha proposto al Congresso di collocare Ethereum (ETH) sotto una nuova “altra categoria” invece che sotto le rigide etichette che la SEC sta attualmente proponendo per MATIC, SOL, ALGO e simili.

Ethereum come “altro”

Per diversi anni, la sfera delle criptovalute ha lottato con l’enigma della classificazione, con le recenti cause legali di Binance e Coinbase che hanno solo amplificato il dibattito. In mezzo a questo tumulto legale, gli strateghi suggeriscono che una potenziale “altra categoria” potrebbe garantire che Ethereum e criptovalute analogamente decentralizzate evitino la designazione dei titoli.

Questa proposta emerge alla luce dei “documenti Hinman”, una serie di corrispondenza recentemente pubblicata nell’ambito della causa in corso SEC-Ripple. Questi documenti prendono il nome da Bill Hinman, l’ex direttore delle finanze aziendali della SEC, e rivisitano il suo discorso del 2018 in cui sosteneva che ETH, a causa della sua natura “sufficientemente decentralizzata”, non fosse una sicurezza.

Sebbene questi documenti abbiano suscitato critiche, da allora hanno messo in luce potenziali lacune nelle normative attuali che la proposta “altra categoria” potrebbe affrontare.

Secondo i già citati strateghi di JPMorgan, l’“altra categoria” imporrebbe maggiori restrizioni e offrirebbe maggiori tutele agli investitori rispetto a quanto attualmente previsto per le commodities ma sarebbe comunque meno gravosa di quelle richieste per i titoli. Tale classificazione salvaguarderebbe potenzialmente gli investitori senza le dure implicazioni di essere classificato come titolo.

Tuttavia, questa riclassificazione suggerita non è priva di incertezze. Alcuni funzionari della SEC, tra cui il presidente Gary Gensler, sono rimasti a bocca aperta sullo stato di Ethereum, anche se i documenti Hinman riaccendono i dibattiti. Gensler ha precedentemente indicato che tutte le criptovalute, senza Bitcoin, potrebbero essere considerate titoli.

Gensler su @NYMag sulle criptovalute:

-tutto è una sicurezza tranne bitcoin
-ogni azienda là fuori è in violazione
-crypto è inutile ma la blockchain è piuttosto ordinata

Difficile sostenere che tu stia agendo in buona fede se ammetti che cerchi di eliminare un intero settore. pic.twitter.com/Ozw8ZJ3ETO

— Alexander Grieve (@AlexanderGrieve) 26 febbraio 2023

Gli strateghi di JPMorgan suggeriscono che l’incertezza e le discussioni che emergono da questi documenti potrebbero rivelare il ragionamento alla base dell’inerzia della SEC contro Ethereum, anche se interviene contro una serie di token della concorrenza, inclusi quelli ampiamente considerati token di gioco o metaverse.

Gli strateghi hanno concluso che Ethereum ha da guadagnare da queste discussioni normative. Sebbene le implicazioni per il caso di Ripple rimangano poco chiare, un’argomentazione corretta da parte di Ripple potrebbe avere un impatto significativo sulle future applicazioni della SEC e sul più ampio panorama normativo delle criptovalute.

Man mano che la criptovaluta si evolve e attira maggiore attenzione da parte degli organismi di regolamentazione, il suggerimento di una “altra categoria” sottolinea la necessità di misure legislative flessibili e sfumate. Tuttavia, resta da vedere se il Congresso ritaglierà davvero questa nuova categoria per Ethereum.

Nota del redattore: questo articolo è stato scritto da un membro dello staff di nft now in collaborazione con GPT-4 di OpenAI.

Ti piace? Condividi con i tuoi Amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Reddit
Pinterest
Leggi anche..
Caring company caring community.