Getty svela il primo lancio di NFT, con Stevie Nicks, David Bowie e altri

Getty svela il primo lancio di NFT, con Stevie Nicks, David Bowie e altri


L’Alfa:

  • A partire dal 21 marzo 2023, Getty Images pubblicherà The ’70s Music & Culture Collection, una raccolta di immagini di musicisti e icone culturali, tra cui Jimi Hendrix, Elvis, David Bowie, Stevie Nicks, The Rolling Stones e molti altri.
  • Per rilasciare il loro primo rilascio NFT in assoluto, Getty ha collaborato con Candy Digital, una piattaforma e un mercato di oggetti da collezione digitali che in precedenza ha aiutato la Major League Baseball, Netflix, The WWE e altri ad entrare in Web3.
  • I fan potranno acquistare le immagini, che verranno coniate sulla blockchain di Palm, su Candy.com con carte di credito o USDC. Le fotografie nella collezione varieranno nel prezzo da $ 25 a $ 200. Candy offre inoltre ai fan la possibilità di coniare un’immagine introduttiva gratuitamente per un periodo di tempo limitato.

Immergiti più a fondo

Getty Images è una delle principali piattaforme al mondo per le immagini. Con diverse piattaforme popolari sotto il suo ombrello, tra cui iStock, Unsplash e Photos.com, il Getty Images Archive contiene oltre 80 milioni di fotografie. Quell’archivio ha affidato al curatore di Getty’s Print Sales and Exhibitions, Shawn Waldron, l’arduo compito di assemblare una collezione per la prima uscita digitale di oggetti da collezione dell’azienda.

“Sapevamo di voler davvero mostrare la profondità e l’ampiezza degli archivi di Getty Images”, ha spiegato Waldron parlando con nft now. “In molti modi, abbiamo appena scalfito la superficie. Abbiamo preso in giro diverse idee su come avvicinarci agli anni ’70. Quando abbiamo iniziato a scavare [through the archives]stavamo trovando thread diversi e tu hai lasciato che il contenuto ti guidasse.

L’imminente rilascio di Getty include immagini di sei noti fotografi: Don Paulsen, David Redfern, Fin Costello, Richard Creamer, Steve Morley e Peter Keegan. Trovare una linea guida per catturare alcuni aspetti del lavoro di questi fotografi ha presentato a Waldron una sfida.

Credito: Getty Images

“Questa prima collezione per Candy è interessante perché stiamo esplorando diversi fotografi [and] ognuno aveva la propria specialità.

Shawn Waldron

“Le immagini sono autonome, ma fanno anche parte di un corpo di lavoro più ampio e più ampio”, ha spiegato Waldron. “Quindi, devi capire dove si inseriscono le cose nella narrazione e in quella cronologia. Questa prima collezione per Candy è interessante perché stiamo esplorando diversi fotografi [and] ognuno aveva la sua specialità. Stavano tutti lavorando all’interno dell’idea più ampia della musica degli anni ’70, che è stato un periodo così incredibilmente dinamico: hai la nascita del punk, la nascita della disco, Laurel Canyon, il glam rock nel Regno Unito, il reggae, il country fuorilegge. E hai avuto questa ascesa dei media musicali, un vero bisogno per i fotografi di essere là fuori, coprendo queste scene in crescita.

Tra le migliaia di fotografie che il team di Getty ha selezionato, Waldron ha contribuito a ridurre la raccolta a sole 120 immagini. Le prime 100 fotografie si concentrano sulle varie scene musicali degli anni ’70, con le restanti 20 dedicate al corpus di opere di Peter Keegan sulle scene di strada di New York nello stesso periodo.

“C’erano così tante cose che stavano accadendo a New York che erano davvero una specie di nesso per molti dei più ampi cambiamenti culturali che stavano accadendo”, ha sottolineato Waldron. “Tutto è diventato davvero vivo per le strade di New York, quindi [those 20 photos] fare un bel complimento con gli altri.”

Iggy Pop si esibisce con gli Stooges al Whisky A Go Go di Los Angeles nel 1973. Sulla destra c’è il chitarrista James Williamson. Crediti: Richard Creamer/Archivi Michael Ochs/Getty Images

La partnership di Candy Digital su questo calo è stata naturale e i due sono stati in stretto contatto sin dall’inizio della piattaforma. Durante la creazione di drop collezionabili digitali con la Major League Baseball, ad esempio, Getty è stato partner di licenza per le immagini utilizzate in tali raccolte. E mentre Getty è in gran parte un business B2B, The ’70s Music & Culture Collection rappresenta una delle sue spinte più forti nel mondo dell’interazione con i fan in modo più diretto.

“Con Getty come partner, ci metteremo in contatto con alcuni dei nostri clienti esistenti, persone che sono ampiamente fan degli NFT e del futuro digitale”, ha dichiarato il CEO e co-fondatore di Candy Digital Scott Lawin a nft now. “Ma stiamo anche parlando più direttamente al mercato dell’arte tradizionale e al tradizionale mercato dei collezionisti di cultura”.

Lawin ha spiegato che le persone che acquistano le immagini manterranno diritti di utilizzo limitati, potendo stampare le fotografie su magliette e simili. Tuttavia, Candy sta lavorando con Getty su potenziali prodotti futuri che includono diversi tipi di diritti commerciali per i possessori di oggetti da collezione per “dare potere alla prossima generazione di creatori”, ha osservato Lawin.

Andy Mackay e Brian Eno si esibiscono sul palco durante il loro primo tour nel Regno Unito. Credito: Pinna Costello/Redferns

Per quanto riguarda la potenziale utilità, Lawin ha chiarito che The ’70s Music & Culture Collection si concentrerà maggiormente sul significato storico e sul valore artistico e personale delle fotografie che compongono la collezione, accennando a possibili future sperimentazioni di utilità nelle future uscite della raccolta.

“[These drops] non sono solo un’opportunità per creare un prodotto digitale, fare soldi e andare avanti”.

Scott Lawin

“Insieme a diversi tipi di prodotti, potrebbero esserci gemelli fisici, utilità fisica, potrebbero esserci esperienze per collezionare o sbloccare un determinato set che le persone hanno”, ha offerto Lawin come uno sguardo alla futura utilità di raccolta.

Dicembre 1975: venditori ambulanti che vendono salatini e hot dog a New York. Credito: Peter Keegan/Keystone/Getty Images

Qual è il prossimo?

Candy Digital è stata in grado di conquistare partner come Netflix e MLB attraverso un’introduzione costante e trasparente alle opportunità che Web3 può offrire ai propri fan. Un’altra strategia che hanno impiegato è stata quella di porre l’accento sul loro prodotto piuttosto che sul formato in cui arriva, da qui la mancanza di affetto dell’azienda per l’uso del termine “NFT”. E la partnership con Getty Images è un naturale passo successivo per la piattaforma che si prepara ad accelerare in modo significativo la sua crescita nell’arena Web3 nel 2023.

“[These drops] non sono solo un’opportunità per creare un prodotto digitale, fare soldi e andare avanti”, ha sottolineato Lawin dell’approccio della piattaforma ai rilasci digitali. “Stipuliamo accordi a lungo termine e partnership a lungo termine per esplorare davvero cosa può fare questa tecnologia e come può coinvolgere i loro clienti in un modo diverso”.

La collezione di musica e cultura degli anni ’70 uscirà su Candy.com il 21 marzo.

Nel caso te lo fossi perso:

Ti piace? Condividi con i tuoi Amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Reddit
Pinterest
Leggi anche..