FTX Sam Bankman-Fried rischia 25 anni di prigione

FTX Sam Bankman-Fried rischia 25 anni di prigione

Con una decisione storica che ha avuto un impatto sia sul mondo delle criptovalute che su quello degli NFT, Sam Bankman-Fried, l’ex capo dell’exchange FTX e del mercato NFT, ormai cessato, è stato condannato a 25 anni di prigione.

Stamattina, il giudice Lewis A. Kaplan di Manhattan ha condannato Sam Bankman-Fried per frode e cospirazione, oltre a numerose altre accuse di natura finanziaria.

Nonostante la raccomandazione dell’accusa per una pena detentiva compresa tra 40 e 50 anni e un ufficiale di sorveglianza federale proponesse un’enorme condanna a 100 anni, la difesa ha sostenuto una pena significativamente più breve, inferiore a sette anni.

Alla fine è stata inflitta una condanna a 25 anni. Secondo quanto riferito, Bankman-Fried si è scusato con i clienti, gli investitori e i dipendenti di FTX, riconoscendo la loro profonda delusione. “Molte persone si sentono davvero deluse, ed erano molto deluse”, ha detto.

“Mi dispiace. Mi dispiace per quello che è successo in ogni fase”. Ha aggiunto che le sue decisioni lo “perseguitano” ogni giorno.

Fonte: CNN

L’epico declino di un Titano Web3

Nel novembre 2022, FTX, una volta valutata oltre 30 miliardi di dollari, è crollata, spazzando via 8 miliardi di dollari di asset dei clienti e innescando numerose cause legali.

Guardare: Punti salienti NFT del 2022 – Gli alti e bassi di un anno tumultuoso (nftplazas.com)

Sam Bankman-Fried è stato successivamente dichiarato colpevole di accuse tra cui frode e riciclaggio di denaro, portando a una condanna storica per crimine finanziario.

Le testimonianze delle vittime hanno sottolineato l’impatto devastante, e il giudice Kaplan ha anche respinto le argomentazioni secondo cui il fallimento potrebbe riparare il danno.

Di fronte ad una prospettiva cupa e avendo perso la sua influenza nella sfera blockchain, si dice che Bankman-Fried stia facendo appello al suo quarto di secolo dietro le sbarre.

Ti piace? Condividi con i tuoi Amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Reddit
Pinterest
Leggi anche..