Blur dice agli utenti di vietare OpenSea

Blur dice agli utenti di vietare OpenSea


Ieri, il marketplace NFT Blur ha finalmente consentito agli utenti di riscattare i pacchetti di assistenza per $BLUR, il token nativo della piattaforma. L’evento era molto atteso e ha provocato un significativo aumento del mercato nell’ultimo mese. Alla fine, il mercato facoltativo per i diritti d’autore si è assicurato un volume di scambi di oltre 430 milioni di dollari negli ultimi 30 giorni. E ieri, il denaro ha continuato a scorrere.

L’evento ha visto diversi top trader incassare token per un valore di oltre $ 1 milione. Secondo i dati di DappRadar, il volume degli scambi di 24 ore di Blur era di circa $ 9,5 milioni, rendendolo secondo solo a OpenSea, il cui volume di scambi era di circa $ 12 milioni.

Ora, sembra che Blur stia andando in punta di piedi con OpenSea in un nuovo capitolo delle guerre di royalty di Web3.

In un post sul blog pubblicato questo pomeriggio (15 febbraio), il team di Blur ha detto agli utenti che dovrebbero bloccare il mercato NFT di OpenSea. Perché? Perché i creatori attualmente non possono guadagnare royalty complete sia su Blur che su OpenSea. Invece, devono sceglierne uno su cui guadagnare royalty complete: OpenSea o Blur, ma non entrambi.

Ciò accade perché OpenSea imposta automaticamente le royalty su facoltative quando rileva il trading su Blur. Secondo OpenSea, hanno questa politica per proteggere sia i creatori che i propri profitti.

Sfocatura contro OpenSea spiegato

In una serie di tweet pubblicati nel novembre 2022, la società OpenSea ha delineato la sua logica per vietare i mercati opzionali per le royalty come Blur.

“Nella recessione economica, molti di coloro che cercano di vendere i propri NFT stanno cercando di venderli il più possibile. Spostare le loro inserzioni in mercati che non applicano commissioni è un modo per farlo. Per i collezionisti, questo significa che è sempre più probabile che gli NFT che desiderano siano quotati su mercati che non impongono commissioni ai creatori. Anche se questi collezionisti affermano di voler pagare le commissioni ai creatori, stanno diventando sempre più inclini ad acquistare su quei mercati… A meno che qualcosa non cambi presto, questo spazio tende a ridurre significativamente le commissioni pagate ai creatori. – Mare aperto

La risposta di OpenSea a questo problema è incoraggiare le persone a impedire che i loro NFT vengano scambiati su piattaforme royalty-optional. Come lo fanno?

Affinché le tariffe complete dei creatori vengano applicate sulla piattaforma di OpenSea, le persone che hanno creato contratti intelligenti dopo il 2 gennaio 2023 devono intraprendere azioni a catena per rendere applicabili le royalties. In altre parole, OpenSea richiede ai creatori di utilizzare strumenti on-chain che impediscano la vendita di NFT su mercati che non impongono royalties ai creatori. Blur è una piattaforma royalty-optional. Di conseguenza, gli utenti devono bloccare la vendita dei loro NFT su Blur per guadagnare royalty complete su OpenSea. Se un individuo sceglie di non farlo, OpenSea imposta automaticamente le royalties su “facoltative” su queste raccolte.

In breve, le piattaforme royalty-optional come Blur devono essere bloccate, oppure OpenSea rende le royalties opzionali.

Blur contesta questa posizione, sostenendo che dovrebbero essere i creatori a decidere dove e come vengono venduti i loro articoli, non le aziende. “La nostra preferenza è che i creatori dovrebbero essere in grado di guadagnare royalties su tutti i mercati che inseriscono nella whitelist, piuttosto che essere costretti a scegliere. Per incoraggiare ciò, Blur impone royalty complete sulle raccolte che bloccano il trading su OpenSea “, hanno scritto nel post sul blog.

Hanno continuato, “OpenSea ha principalmente citato la politica di Blur sulle vecchie raccolte senza filtri come motivo per cui Blur dovrebbe ancora essere filtrato dalle nuove raccolte. La loro soluzione proposta, tuttavia, presenta gravi difetti… motivo per cui Blur ha adottato un approccio diverso che ha maggiori possibilità di risolvere il problema per sempre.

La risposta al post è stata rapida. Molti membri della comunità Web3 si sono rivolti a Twitter e hanno iniziato a pubblicare post su una nuova era nelle guerre dei reali. Resta da vedere chi vincerà questa guerra. Ma per ora, una cosa è chiara: i creatori sono presi nel mezzo.

Nota del redattore: questa era una notizia dell’ultima ora ed è stata aggiornata.

Ti piace? Condividi con i tuoi Amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Reddit
Pinterest
Leggi anche..
Comment diluer peinture acrylique. Wenn sie ihr fahrzeug verkaufen möchten, bietet mocars eine einfache möglichkeit, dies zu tun. Kfz gutachter düsseldorf crashexperts kfz gutachten nach unfall.