100 Tesla tokenizzate colpiscono le strade di Vienna

100 Tesla tokenizzate colpiscono le strade di Vienna

Il ridesharing può portare Web3 alle masse? Eloop, una società di servizi di car sharing con sede a Vienna, in collaborazione con l’ecosistema Web3 Peaq Network, sembra pensarla così. La coppia ha recentemente compiuto un passo verso il rafforzamento dell’intersezione tra blockchain e trasporto tokenizzando una flotta di Tesla. Eloop ha integrato ID auto-sovrani basati su blockchain in poco meno della metà della sua flotta di oltre 200 auto. L’integrazione consente agli utenti di possedere una frazione della flotta di veicoli e condividere i profitti derivanti dalle operazioni quotidiane di ridesharing.

Proprietà auto decentrata

Il processo di tokenizzazione di Eloop è semplice. Quando un utente detiene un token, possiede una frazione dell’intera flotta, con l’importo specifico che varia a seconda di quanto investimento ha investito nel token. Le entrate generate quando le auto vengono noleggiate vengono immediatamente distribuite alla comunità. Eloop gestisce le pratiche burocratiche dei veicoli, consentendo ai possessori di token di godere dei benefici della proprietà senza gli oneri associati.

Questo modello, che il co-fondatore di Eloop Nico Prugger ha definito “car sharing 2.0” parlando con Cointelegraph del progetto, è una miscela unica di proprietà della comunità e compartecipazione alle entrate.

La rete blockchain Peaq, costruita sulla piattaforma Polkadot, ospita il livello di archiviazione delle transazioni e dei dati per la rete di infrastrutture fisiche decentralizzate (DePIN) delle Tesla tokenizzate. La decisione di utilizzare Polkadot è stata influenzata dalla sua caratteristica di interoperabilità e dalla capacità di incentivare i casi d’uso dell’Internet of Things (IoT).

Credito: rete Eloop/Peaq

La tokenizzazione del trasporto e la relativa diffusione della proprietà del veicolo è un esempio di un modello in cui gli individui possono possedere, controllare e persino monetizzare i propri dati, uno dei pilastri concettuali fondanti del movimento Web3. Mentre i trasporti sono un settore che deve ancora sperimentare seriamente la tecnologia Web in modo significativo, il gigante manifatturiero Siemens ha flirtato con l’idea del car sharing tokenizzato nel 2019.

Ti piace? Condividi con i tuoi Amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Reddit
Pinterest
Leggi anche..